Venezia – Enej Gala – Saving chewing gums from mammoth’s hair. L’inaugurazione è avvenuta giovedì 9 febbraio 2023.

Tj Boulting, 59 Riding House St . London W1W 7EG

con un testo di Treti Galaxie.

«Le gallerie TJ Boulting e A plus A sono liete di annunciare il secondo appuntamento della collaborazione inaugurata nel 2021. Un progetto di scambio che vede le due gallerie ospitare l’una la mostra dell’altra nelle reciproche sedi espositive. Dopo la mostra personale di Kate Dunn a Venezia nel 2021, il 9 febbraio 2023 inaugura negli spazi della galleria TJ Boulting “Saving chewing gums from mammoth’s hair”, prima personale di Enej Gala nel Regno Unito.

La mostra presenta una nuova serie di gruppi scultorei, tra loro sia formalmente slegati che intimamente connessi, ispirati al teatro di marionette, ed è accompagnata da un testo di Treti Galaxie in cui i due personaggi, Phil dalla parete e Will dal pavimento, intrecciano il loro dialogo in un loop continuo sul ruolo dello spettatore e le opere in mostra. Se nel teatro di figura il bilancino ha una forma standard e viene solitamente nascosto durante le rappresentazioni, qui viene declinato dall’artista in molte forme che ne enfatizzano il non facile impiego e la conseguente fatica del burattinaio nell’azionarli.

I fili, in questo caso non uniformi e penzolanti, non direzionano alcun movimento ma anzi vengono animati dal passaggio del pubblico. Tre sculture di pelliccia sintetica, di forma ispirata a quella di antiche carriole, giacciono disarticolate sul pavimento dello spazio espositivo. Strumenti inventati per aumentare la forza umana, originariamente impiegati in ambito agricolo e militare, schiacciati dal loro stesso peso assumono forme antropomorfe. Il pelo artificiale che le ricopre è realizzato con materiali derivati dal petrolio, una sostanza composta principalmente dalla dissoluzione di corpi di animali estinti.

Nella sua ricerca l’artista è solito inventare nuovi oggetti e modificare quelli legati alla cultura e al quotidiano, spesso sabotandone volutamente forma e funzioni. Oltre a sottolineare caratteristiche inaspettate e potenzialità nascoste, queste trasformazioni sono tese a enfatizzare l’impossibilità di un dialogo alla pari tra inventore e inventato, sovvertendo in tal modo le usuali gerarchie.

Il titolo della mostra si propone come un paradigma di questo approccio: rimuovere gomma da masticare dal pelo di un mammut, non con l’intento di preservare i resti di un animale estinto ma per conservare parti di un dolce senza proprietà nutritive e reperibile pressoché ovunque, ci appare come un ribaltamento di valori e priorità insensato, anche se non molto lontano dall’atteggiamento della maggior parte dei governi nei confronti del riscaldamento globale.

In “Saving chewing gums from mammoth’s hair” dei bilancini provenienti da dimensioni parallele si riuniscono a una fiera di marionette per scegliere quella più adatta a cui legarsi, separati dalle figure che dovrebbero comandare.

Oppure, tre marionette fuggiasche cercano di mimetizzarsi nel pavimento della galleria, inseguite da un esercito di bilancini infuriati.

O ancora, comandi inutilizzabili osservano marionette che non sono in grado di gestire la loro condizione di libertà.

Sta al pubblico collegare i fili del rapporto tra le opere».

AplusA Gallery, San Marco 3073, Venezia

Info:

Tel/Fax: 0412770466

Web: www.aplusa.it

Giuseppe Longo

articoli recenti

articoli correlati