“Trame in superficie” di Rita Alleruzzo

Dal 24 giugno al Teatro Vittorio Emanuele
per la sezione Arti Visive 2023

Messina – Alle ore 18,00 di Sabato 24 giugno nello spazio espositivo allestito al primo piano del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, nell’ambito del progetto “L’Opera al Centro”, curato da Giuseppe La Motta, verrà inaugurata la mostra di Rita Alleruzzo “Trame in superficie”, con i testi in catalogo di Roberta Filardi.


All’inaugurazione saranno presenti il presidente Orazio Miloro, il sovrintendente Gianfranco Scoglio e i consiglieri Giuseppe Ministeri e Lorenzo Scolaro.
Rita Alleruzzo è nata a Reggio Calabria nel 1950. Si forma artisticamente presso l’istituto d’arte della sua città, per poi ricoprire il ruolo di docente di discipline pittoriche presso il Liceo Artistico “M. Preti” di Reggio Calabria. Attiva fin da giovanissima, partecipa a diverse mostre collettive e personali.
Il suo stile è caratterizzato da una personalità pittorica forte, tipicamente astratta, che si compone di pennellate vibranti di colore puro. Il suo universo è essenzialmente composto da colore e luce, un racconto che come fosse un tessuto, supera ogni forma per assumere dimensione e fisicità. La sua è una natura rigenerata dall’incanto del fantastico, dall’incontro di realtà e fantasia, dalle emozioni che trasfigurano la realtà e ne fanno poesia. Accade così che la pittura diventa il luogo in cui memoria, sogno e immaginazione s’incontrano per esprimersi al massimo del loro potenziale creativo.
L’arte aniconica di Rita Alleruzzo rivela carisma e una fascinazione che cattura lo sguardo, guidandolo dentro un’espressività sostenuta da cromie accese, mediterranee, declinate su contrappunti, variazioni pluridirezionali e multiformi, trame pittoriche che intessono l’intera superficie facendola vibrare dentro una spazialità intrisa di luce.
Nella sua arte si possono intravedere veri e propri incanti visivi, paesaggi interiori sospesi dentro atmosfere variamente notturne e diurne, scenari specchiati tra memoria e suggestione, trasfigurati in astrazioni cromatiche e vivificati da una grande energia vitale, come pure da una salda architettura pittorica, elementi che confermano la padronanza del gesto e del costrutto espressivo dell’artista.
S’individuano all’interno di questa poetica complesse varietà compositive che dalle ricerche post-impressioniste sconfinano fino alle accensioni fauviste, o alle sintesi astrattive di derivazione orfica, per la tensione ritmica delle trame pittoriche dentro cui si muove la frammentazione delle superfici.
Nella sua recente produzione, la pittrice sembra aver abbandonato anche i pochi tracciati di figurazione ancora percepibili nella serie di paesaggi notturni, percorsi da bagliori e atmosfere orientali, o negli scenari affacciati sul mare, o nelle finestre aperte su orizzonti urbani o su giardini sospesi.
Osservando i suoi quadri si percepisce l’energia e l’agitazione dell’anima che cerca di cogliere il caotico che la circonda, lo scorrere del tempo, le percezioni emotive del visibile, e forse il significato ultimo dell’esistenza.
La mostra potrà essere visitata tutti i giorni, escluso il lunedì, nello spazio espositivo (1° piano) del Teatro Vittorio Emanuele dal 24 giugno al 5 luglio nelle fasce orarie 10.00/12.30 – 16.00/18.40.

“Trame in superficie” di Rita Alleruzzo
Teatro Vittorio Emanuele, via Garibaldi – Messina
Dal 24 giugno al 5 luglio escluso il lunedì
Inaugurazione, venerdì 24 giugno, ore 18:00

articoli recenti

spot_imgspot_img

articoli correlati