Roma – Dal 10 marzo al Museo di Roma “Libri al Museo”. Un ciclo di presentazioni di volumi a tema storico-artistico che coinvolgerà, nei mesi successivi, diversi Musei Civici della Capitale.

«Prenderà il via dal 10 marzo 2023 “Libri al Museo”, una rassegna a cura della Direzione Musei Civici della Sovrintendenza Capitolina, che intende ospitare in varie sedi museali la presentazione di pubblicazioni dedicate alla storia dell’arte, alla museologia e ai beni culturali. Aperte al pubblico, le presentazioni coinvolgeranno autori ed esperti del settore, mettendo al corrente i visitatori sulle novità e sul dibattito attuale.

L’iniziativa è promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

Il primo degli appuntamenti, venerdì 10 marzo 2023 alle ore 17, nella sala Tenerani del Museo di Roma a Palazzo Braschi, propone il volume di Caterina Paparello «Un qualche piccolo lustro alla Patria comune». Per una storia della Pinacoteca civica “Francesco Podesti” di Ancona, Collana Le Voci del Museo, 42 (Edifir editore).

Il volume, risultato di un importante lavoro di ricerca archivistica, dà voce agli storici dell’arte del Novecento che si sono succeduti nella direzione della Pinacoteca civica “Francesco Podesti” di Ancona, restituendo le ragioni delle scelte compiute e il valore della tutela operata sul territorio. Il libro, articolato in tre sezioni, riferibili a tre differenti stagioni della vita della pinacoteca, muove dal riesame dell’operato di Lionello Venturi e di Luigi Serra per poi estendersi al periodo di annessione delle collezioni civiche al Museo Nazionale Archeologico. Data l’incidenza dei fatti storici sul patrimonio, larga parte dell’analisi è rivolta alle vicende riconducibili ai due conflitti mondiali, al periodo intercorso fra essi e al riallestimento post-bellico delle collezioni. Le dinamiche riferibili al collezionismo privato e al mercato artistico sono indagate in relazione al rapporto museo-territorio-città e museo-comunità.

Alla presentazione, oltre all’autrice Caterina Paparello (Università degli Studi di Macerata), intervengono Ilaria Miarelli Mariani, Direttrice della Direzione Musei Civici della Sovrintendenza Capitolina, e Luigi Gallo, Direttore della Galleria Nazionale delle Marche e della Direzione regionale Musei.

Francesco Podesti, Il Salto, o il Gioco della corda
Francesco Podesti, Pietà

Nel secondo appuntamento, giovedì 23 marzo alle ore 17 nella sala Tenerani del Museo di Roma, è presentato il volume di Carmelo Bajamonte Collezionismo e identità nazionale – La collezione del duca della Verdura tra Risorgimento e Senato del Regno (Luciano Editore), dedicato alle vicende dell’importante collezione appartenuta al senatore della città di Palermo, duca Francesco Benzo e Mortillaro, incentrata su reperti antichi, una straordinaria raccolta di ceramiche figurate e una ricca selezione di dipinti, dai primitivi ai maestri dell’800.

Alla presentazione, oltre all’autore Carmelo Bajamonte (Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli), intervengono Ilaria Miarelli Mariani, Direttrice della Direzione Musei Civici della Sovrintendenza Capitolina, e Oriana de Majo, discendente dei Duchi della Verdura. Introduce Nadia Barrella, Direttrice della collana editoriale MO.DO».

Info:

Telefono: 060608 (attivo tutti i giorni ore 9.00-19.00)

Web: www.museiincomuneroma.it

Ph.

Francesco Podesti, Il Salto, o il Gioco della corda, 1840 circa, cartone preparatorio per il ciclo I giochi delle giovinette dedicati a Diana, già Roma, Palazzo Torlonia.

Francesco Podesti, Il giuramento degli Anconitani, post 1844.

Francesco Podesti, Pietà, cartone preparatorio, ante 1831.

Giuseppe Longo

articoli recenti

articoli correlati