Giuseppe Maggiore

0
50

 

Giuseppe Maggiore, regista cinematografico e scrittore. Nato nel ’37. – Nel ’56, dopo aver conseguito la Maturità Classica al Liceo Mandralisca di Cefalù, sostiene con esito positivo gli esami di ammissione al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma per la sezione Regìa. Ma, dopo i primi tre mesi di corso del biennio, per motivi di famiglia è costretto ad interrompere gli studi intrapresi sotto la direzione di Alessandro Blasetti, Isa Perbellini e Carlo Tamberlani ed a rientrare a Cefalù. – Bancario dal ’58, in pensione dall’ ’86. – Per hobby scrive, romanzi, racconti, articoli, recensioni, poesie, testi teatrali, soggetti e sceneggiature cinematografiche. – Ha girato parecchi film a livello indipendente, in 8, super 8, 16m/m ed in video, curandone la realizzazione dal soggetto all’edizione. – Ha scritto tre romanzi: “Iuvenilia o Diario di un amore”, “Il Borgo”, “Liana”; e, per il teatro, quattro atti unici: tre commedie (“Visita di lutto”, “Promessa di matrimonio”, “Vacanze in città”) ed una piece (“Multum in parvo”) che è una rivisitazione in chiave moderna dell’Iliade; oltre ad una cinquantina di sceneggiature cinematografiche, fra le quali, le più impegnative: “Il Diario” (sulla vicenda patriottica di Salvatore Spinuzza), “Flashback” (sul Barone Mandralisca), “Ruggero” (su Ruggero II, synopsis ambientata nel periodo storico della costruzione della cattedrale di Cefalù), “Varennes” (sulla fuga della famiglia reale di Francia, bloccata, poi, a Varennes), “Ludovico e Laura” (sul dramma della baronessa di Carini), “Fuochi in Val Busambra” (sulle vicende risorgimentali siciliane del 1848) ed altre, di tono sociale, quali “Il sole sulla Collina”, “Non so se….”, “L’impiegato” e “Passi” (sulla paraplegìa).

-Titoli di alcuni film girati dal Nostro, passati in TV private e presentati a festivals dove, alcuni dei quali, hanno sortito dei riconoscimenti: “Week End”, “Oremus”, “Il Buio”, “Ritratto”, “La trappola”, “La Panchina”, “Tot zienz Cefalù”, “Intelletto d’amore” (realizzato per conto delle Suore di Carità del Principe di Palagonìa di Palermo- miglior lungometraggio italiano al Festival Europeo “Massimo Troisi” del ’99), “Interludio”, “Una città, un Uomo” (realizzato per conto della Fondazione Culturale Mandralisca di Cefalù), “Minuetto”.– Schivo, umoristicamente ironico, facile alla battuta, meticoloso nei suoi lavori, prosegue la sua attività con l’impegno e la passione che lo connotano.

Giuseppe Maggiore, film director and writer. Born in ’37. – In ’56, after completing his high school diploma in classical Mandralisca at Cefalu, supports successfully the entrance exams to the Rome Experimental Cinematography Center for SAB section. But, after the first three months of the two years, for family reasons is forced to interrupt his studies undertaken under the direction of Alessandro Blasetti, Isa and Carlo Perbellini Tamberlani and to return to Cefalu. – Transfer from ’58, retired from ”86. – For hobby he writes novels, short stories, articles, reviews, poems, plays, parties and film scripts. – He shot several independent films level, in 8, super 8, 16m / m and videos, taking care of the realization by the subject edition. – He has written three novels: “Iuvenilia or Diary of a Love”, “The Village”, “Liana”; and, for the theater, four one-act, three comedies ( “Visit of mourning”, “Wedding Promise”, “City holidays”) and a piece ( “Multum in parvo”) which is a modern version of ‘ Iliad; as well as about fifty film scripts, among which, the most challenging: “The Diary” (on patriotic Salvatore Spinuzza each other), “Flashback” (the Mandralisca Baron), “Ruggero” (of Ruggero II, synopsis set in the period historic building of Cefalu cathedral), “Varennes” (the flight of the royal family of France, blocked, then to Varennes), “Ludovico and Laura” (on the Baroness drama Carini), “Fires in Val Busambra” ( the Sicilian Risorgimento of 1848) and other, social tone, such as “the sun on the Hill,” “I do not know ….”, “employee” and “Steps” (on paraplegia).
-Titles of some films made by Our, passed in private TV and presented in festivals where, some of which have yielded the awards: “Week End”, “Oremus”, “The Dark”, “Portrait”, “The Trap” “the Bench”, “Tot zienz Cefalu”, “Intellect of love” (produced on behalf of the Sisters of Charity of the Prince of Palagonia Palermo-best Italian feature film at the European Festival “Massimo Troisi” in ’99), “Interlude “,” a city, a man “(carried out for the Cultural Foundation Mandralisca Cefalu),” Minuet “.- Schivo, humorously ironic, easy to joke, meticulous in his work, continues its activities with the commitment and passion that characterize it.

LASCIA UN COMMENTO